porca alla pecorina

Cosi ho trovato l’amore e il sesso grazie al web

Una soluzione inaspettata alla routine quotidiana
Al giorno d’oggi ci si sente spesso inadeguati e soli nelle situazioni più disparate. La vita frenetica che ormai conduciamo ci induce ad incontrare moltissime persone diverse senza, però, conoscerle realmente. Ci sembra quasi di essere entrati in un circolo vizioso dal quale risulta sempre più difficile uscire: la banalità della vita quotidiana, l’insoddisfazione che essa ci lascia e le persone che la popolano che sembrano solo comparse non riescono più a soddisfarci.
Ci sentiamo incapaci di relazionarci agli altri, sia che si tratti di un contatto finalizzato esclusivamente al sesso, sia che si tratti di un approccio volto a sviluppare una seria relazione d’amore.
Oggi vi racconterò di come grazie a scopannunci sono riuscito a soddisfare tutte le mie voglie, dalle pulsioni più carnali ai bisogni più teneri.

Un’esperienza da vivere
Mi chiamo Carlo e sento di potermi definire un normale uomo sulla quarantina: ho un lavoro d’ufficio che per buona parte mi soddisfa anche se non mancano i momenti di tensione e pressione, incontro molti clienti, ho altrettanti colleghi ed amici ma, fino a che scopannunci non entrasse nella mia vita, sentivo che ciononostante qualcosa mancava.
Le mie esperienze sessuali ed amorose erano sempre condannate ad essere fallimentari, così avevo deciso di rimanere single e dedicarmi esclusivamente al lavoro, tentando di canalizzare la frustrazione che in me germogliava in maniera produttiva.
Tuttavia, con il passare del tempo la solitudine ha iniziato a starmi stretta. Vedevo i miei amici sposati e felici e paragonavo la loro vita alla mia, che era inesorabilmente destinata a perdere su ogni fronte. Avevo perso anche la possibilità di uscire di sera, di quando in quando, per approfittare di scopate occasionali, magari con qualche figa conosciuta in discoteca, che potessero farmi sfogare almeno da un punto di vista sessuale.
Così una sera, stanco delle solite seghe solitarie e monotone, ho deciso seppure scettico di buttarmi nel mondo degli incontri online e, nello specifico, in quello di scopannunci.
Ho iniziato a chattare con alcune ragazze ma la foto di una di loro in particolare mi aveva subito ammaliato, quella di Manuela: le sue tette enormi e turgide, la sua pelle luminosa e perfetta ed i suoi occhiali da segretaria sexy mi avevano subito fatto rizzare il cazzo.
Ho tentato di strapparle subito un incontro ma purtroppo si era assentata dalla città per motivi di lavoro per qualche giorno, così ho ripiegato su Rita, una donna di poco più giovane di me, con lunghi capelli rosso fiamma ed un culo che parlava da solo.
Rita era una cagna, lo avevo capito subito, così ho deciso di cogliere al volo l’occasione invitandola a casa mia il giorno immediatamente successivo alla nostra prima conversazione. Come mi aspettavo lei non ha esitato.
Quando si è presentata, non c’è stato tempo né voglia di perdersi in convenevoli: Rita ha iniziato a spogliarsi lentamente per me, sfilandosi il vestito e lasciandolo cadere a terra sensualmente, ma quando ho visto le sue gambe sode e slanciate indossare delle giarrettiere nere, il suo perizoma di pizzo e le sue tette libere non ci ho visto più. L’ho presa di forza, girandola senza darle nemmeno il tempo di parlare, lei mi ha detto subito “Mettimelo nel culo, ti prego”. A quel punto mi sono scatenato e l’ho scopata con forza. Mi sono bastati pochi colpi per venire tanto ero eccitato ma per compensare abbiamo continuato a scopare tutto la notte ed è stato bellissimo.
La mattina seguente mi arrivò un messaggio di Manuela, era tornata in città e voleva vedermi e quella volta fui io a non esitare, non avevo smesso di pensare alle sue tette fantastiche.
Mi invitò da lei a cena e già alcuni minuti dopo essere arrivato capii che non sarebbe stato solo sesso sfrenato: Manuela era un’ottima cuoca, era piena di interessi e molti di questi li avevamo in comune. Le foto non rendevano giustizia né alle sue tette né ai suoi occhi, grandi e circondati da folte ciglia scure. Quella sera facemmo sesso e fu ancora più bello di quello fatto con Rita, Manuela era meno porca ma aveva una passione ed un fuoco dentro incredibili. Riusciva a soddisfare ogni mia voglia prima ancora che io la avvertissi e tra di noi si era creata una complicità assoluta.
Continuammo a vederci e a scopare ovunque, ci volevamo tantissimo e scopavamo in ogni luogo possibile pur di soddisfare il bisogno che l’uno aveva dell’altra.
Circa un mese dopo mi riscrisse Rita chiedendomi un incontro ed io acconsentii, pensando che anche con Manuela si trattasse solo di sesso. Ci vedemmo ma il mio cazzo non riusciva a stare su, nonostante i pompini volenterosi di Rita. Non riuscivo a smettere di pensare a Manuela, non solo al suo culo e alle sue tette ma anche al suo dolce sorriso e alla sua risata da bambina. Così me ne andai e corsi subito da lei dicendole ciò che avevo capito di provare: mi ero innamorato senza nemmeno rendermene conto. Lei mi confessò di provare lo stesso e così iniziammo una relazione seria.
Tuttora siamo insieme ed io mi sento la persona più fortunata del mondo, senza dimenticare che se non fosse stato per scopannunci probabilmente non avrei nulla di quello che ho ora.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *